Chi siamo

Presidente

  • Lorenza Zuglian

 

 

Collegio dei revisori

  • Daniela Caporale
  • Milva Frasson
  • Nicola Zanatta (Presidente)

 

 

Soci attuali (07/01/2019)

  • 25 collaboratori
  • 383 effettivi maschi
  • 217 effettivi femmine
  • 62 idonei alla donazione

 


Consiglio

  • Francesca Biscaro
  • Giulia Biscaro
  • Roberto Bozzato (Vice Presidente)
  • Michele Carnio (Segretario)
  • Alessandro Chiello
  • Michele Favaro (Vice presidente vicario)
  • Gianni Gallo (Tesoriere)
  • Giorgia Gobbo
  • Laura Marini
  • Michele Motta
  • Paolo Torresan
  • Giuseppe Tronchin
  • Lorenza Zuglian

 


 

La nostra storia

 

In 50 anni di vita i verbali dei consigli direttivi raccontano la storia della nostra associazione. Sfogliare quei registri è come leggere un grande libro di avventure, poiché così si possono definire tutti quei momenti trascorsi per gestire al meglio la nostra associazione. Momenti pieni di tante idee e spesso non sempre convergenti all’unanimità, ma il fine ultimo di riuscire a far crescere sempre di più il numero di persone che si prestassero al nobile gesto del dono del proprio sangu, poneva termine a qualsiasi velleitaria posizione personale. Si può ben affermare, con asoluta certezza, che tutti i consiglieri che si sono succeduti in questi anni si sono prodigati per questo scopo.

Era dunque il 1968 quando un gruppo di donatori, già iscritti nella vicina sezione di Treviso, ed anche sotto la spinta del capellano di allora don Bruno Pasqualotto – il quale sarà ricordato per il suo spirito battagliero ed innovativo – decisero di formare la sezione AVIS comunale di Preganziol. Era esattamente l’11 Maggio il giorno dell’istituzione: composta da 65 soci i quali elessero come primo presidente il sig. Antonio Fabi, e le loro prime riunioni si svolsero nella stessa canonica.
Ben presto la piccola famiglia crebbe nel territorio grazie proprio al nucleo iniziale che, con grande volontà e spirito di abnegazione, divulgò nel paese il culto del donare il sangue per tutte le persone bisognose.

Erano anni in cui tutti andavano al centro trasfusionale di Treviso poiché non esistevano ancora le Articolazioni Organizzative (servizi mobili): infatti mancavano strutture adeguate nelle sezioni periferiche. Al prelievo ci si recava rigorosamente a digiuno e dopo si passava nella mensa dell’ospedale dove si mangiava la classica bistecca col vino rosso per recuperare in fretta il sangue donato; quindi si ritornava a casa con tanta gioia in cuore per la buona azione compiuta.

In tutti questi anni sono cambiate anche le sedi di riunione del Consiglio: ben 8, dalla prima storica in canonica alle altre in luoghi un po’ di fortuna, messi sempre a disposizione dall’amministrazione comunale, fino a giungere all’attuale sede adiacente alle scuole elementari Giovanni XXIII di Preganziol.

Dopo 10 anni dalla sua fondazione, per volontà di un gruppo di avisini, uniti a qualche altro sostenitore, si sentì l’esigenza di creare la sezione locale dell’AIDO. Oggi questa può vantarsi di aver avuto diversi donatori che, nella loro sfortuna, hanno potuto migliorare o mantenere in vita altrettante persone.

Verso la fine degli anni ottanta si è evoluta anche la tecnica del prelievo del sangue; infatti sono arrivate le prime macchine che frazionano direttamente il sangue del donatore, prelevando solamente il plasma o le piastrine, con grande beneficio per un utilizzo immediato da parte dell’ospedale. Oggi questa tecnica si sta ulteriormente affinando per soddisfare le esigenze mediche, sempre più sofisticate.

Verso la fine degli anni settanta, per favorire i donatori, sono stati istituiti i servizi mobili (articolazioni organizzative) anche qui a Preganziol, sotto il controllo del medico sociale dott. Lovisa e con l’ausilio delle nostre benemerite crocerossine. Poi, nel tempo, il personale medico ed infermieristico venne sostituito con quello del centro trasfusionale, fermo restando il prezioso aiuto delle volontarie.

Questi prelievi sono stati effettuati fino al 2009 in locali di fortuna sempre messi a disposizione dall’amministrazione comunale, mentre dal 2010 vengono svolti nel nuovo Distretto Sanitario di Preganziol in via Palladio, e dunque vicino alla nostra sede, luogo sicuramente rispondente alle vigenti norme igienico-sanitarie.

Siamo stati presenti a varie iniziative a livello locale collaborando vcon Amministrazione Comunale, Proloco, Aido, Comitati Festeggiamenti Parrocchiali, Polisportiva Preganziol, gruppi sportivi, gruppi giovanili. Anche questa visibilità ci ha permesso di ottenere dei buoni risultati soprattutto verso i nuovi donatori.

Sappiamo quanto importante sia far sinergia con le varie realtà presenti nel territorio di cui sopra. Noi come Avis di Preganziol ci stiamo impegnando da anni perché tutto  questo avvenga e in parte ci siamo riusciti, ottenendo dei buoni risultati, ma non basta. Dove dobbiamo investire maggiormente per il nostro futuro restano sempre i giovani, le famiglie e i bambini.

Siamo convinti che la concretezza di associazioni come la nostra, che vivono dell’azione spontanea di tanti volontari, siano di esempio per tanti giovani che desiderano avvicinarsi al mondo del volontariato. Il consiglio direttivo dovrà trovare sempre nuovi stimoli pensando al futuro e vedere il passato come bagaglio prezioso con cui confrontarsi.

 

Documenti

Atto costitutivo

Data ultimo aggiornamento: 15 Gennaio 2019